Gatti rossi: razze, carattere e curiosità che li rendono unici

Spesso associati alla fortuna e alla vitalità, i gatti rossi sono amatissimi in tutto il mondo. Scopriamo insieme le caratteristiche genetiche, il comportamento e le curiosità che rendono questi felini così speciali.
gatto rosso
Indice

I gatti rossi hanno sempre esercitato un fascino particolare sull’uomo, grazie all’innata simpatia che trasmettono con il loro manto fulvo. Non è un caso che abbiano ispirato leggende e superstizioni e siano stati i protagonisti di molte storie, da Il gatto con gli stivali a Garfield.

I gatti rossi sono sicuramente i più fotogenici e “instagrammabili“, motivo per cui sono amatissimi anche da influencer e vip.

Il colore del loro pelo, che varia dal crema, all’arancione al rosso mattone, non è solo una peculiarità estetica, ma racchiude anche diversi significati culturali e simbolici. Ma sai cosa si nasconde dietro questo colore così particolare? Esistono razze feline più predisposte ad avere il pelo rosso? Qual è il loro carattere? E perché i gatti rossi maschi sono più comuni delle femmine? Scopriamolo insieme in questo articolo.

A cosa è dovuta la colorazione dei gatti rossi

La tipica colorazione rossa non è un semplice capriccio della natura, ma è il risultato di un complesso processo genetico. Il colore del pelo dei gatti è determinato da vari geni, tra cui quelli che controllano la produzione di due pigmenti: l’eumelanina, che dà il colore nero, e la feomelanina, che dà il colore rosso. Quando un gatto ha una predominanza di feomelanina, il suo pelo avrà una tonalità rossastra. Il gene che produce la feomelanina è chiamato Orange, è dominante e può manifestarsi sia in modo pieno che in chiazze. La stessa tonalità del rosso può variare notevolmente da un gatto all’altro. Alcuni gatti rossi hanno un pelo di un rosso intenso, quasi come il fuoco, mentre altri hanno un pelo di un arancione pallido o di un color crema. L’intensità del rosso dipende anche da altri fattori genetici che influenzano la distribuzione e l’intensità del colore.

Contrariamente a quanto si pensa comunemente, non tutti i gatti rossi sono tabby. Il tabby è il tipico motivo a strisce presente sul mantello di molti felini, ma non è necessariamente legato al colore del pelo. Esistono, infatti, gatti rossi con manti solidi, vale a dire di un unico colore e senza alcuna striatura.

Carattere e personalità tipici dei gatti rossi

I gatti rossi sono spesso descritti come animali energici, giocherelloni e affettuosi. Sono noti per la loro curiosità e la tendenza a esplorare l’ambiente circostante. Amano stare in compagnia dei loro umani e si divertono a giocare e a interagire. Hanno una spiccata intelligenza e sono sempre pronti a mettersi alla prova con nuovi giochi e attività.

Molte persone sono convinte che i gatti rossi siano anche tra i più difficili da gestire, ed è per questo che spesso si pensa che adottare un gatto rosso non sia una buona idea, specialmente se si vive in un appartamento in cui gli spazi sono stretti e non c’è ampia possibilità di permettere al gatto di sfogare la sua energia e vivacità. Abbiamo già più volte parlato di questo argomento di altri fattori da tenere in considerazione quando si sceglie un animale domestico da appartamento e sappiamo bene che non è di certo il colore del pelo ad influenzare il comportamento del gatto e nemmeno la sua personalità o predisposizione ad essere educato ed addestrato.

Infatti, nonostante quello che si potrebbe pensare, non esiste una correlazione scientificamente provata tra il colore del pelo dei gatti e la loro personalità. Il carattere di ogni micio è influenzato da una serie di fattori, tra cui la genetica, l’ambiente in cui cresce e le sue esperienze individuali. Tantissimi addestratori infatti sottolineano quanto sia importante accogliere ed educare un gattino appena adottato, in modo da mettere da subito le basi per una convivenza perfetta tra uomo e gatto.

È però molto comune che le persone attribuiscano certe caratteristiche ai gatti in base al colore del loro mantello. Ad esempio, i gatti rossi tendono ad essere più audaci e giocherelloni, mentre quelli arancioni sembrerebbero essere più coccoloni e tranquilli. I gatti crema, invece, sono spesso descritti come timidi e riservati. Si tratta comunque di osservazioni aneddotiche e non generalizzabili. Ogni gatto è un individuo unico, con la sua personalità ben definita, indipendentemente dal colore del pelo.

Le principali razze di gatti rossi

gatti rossi

Non esiste una specifica razza di gatto rosso ma ci sono alcune varietà di gatti con il pelo che va dal crema al rosso-arancione in diverse razze. Vediamo quali sono le razze di gatti rossi più conosciute.

Persiano rosso

Noto per il pelo lungo e folto e il muso schiacciato, il Persiano rosso è un gatto docile e affettuoso, che ama le coccole e la tranquillità. È una razza particolarmente apprezzata per la sua bellezza maestosa e il temperamento dolce.

Munchkin rosso

Caratterizzato dalle sue zampe corte, il Munchkin rosso è un gatto vivace e giocherellone. Ama saltare e arrampicarsi e ha un pelo di un bel colore rosso intenso. Si adatta perfettamente alla vita in appartamento.

Bobtail americano rosso

Corpo robusto e orecchie che ricordano una lince, il Bobtail americano rosso si caratterizza per la sua coda corta e pomposa. Intelligente e curioso, è un instancabile compagno di giochi. Ha un’andatura ondeggiante ed è perfetto per la vita in famiglia.

British Shorthair rosso

Il British Shorthair rosso è un gatto robusto e muscoloso, con un pelo corto e denso. Ha un carattere placido e una grande lealtà verso i suoi umani, per cui è molto adatta alla famiglia. Particolarmente diffuso in Gran Bretagna, si pensa che il British Shorthair discenda direttamente dal gatto egizio.

Maine Coon rosso

I Maine Coon, provenienti dal Nordamerica, sono tra gli esemplari di gatto più grandi, noti per il loro pelo lungo e folto. Il Maine Coon rosso è un gatto affascinante e maestoso, con un pelo rosso intenso e una personalità amichevole e socievole. Compagni eccellenti per la famiglia, hanno una coda simile a quella di un procione e le orecchie a ciuffo, che ricordano quelle di una lince.

Abissino Sorrel

Il gatto rosso Abissino Sorrel ha un corpo allungato e la coda affusolata, le orecchie grandi e il pelo corto, con alternanza di bande rosso rame e marroncine. Estremamente curioso, ama esplorare il suo ambiente. È un gatto molto attivo giocoso ed è perfetto per la vita domestica.

Bengala rosso

I gatti del Bengala sono noti per il loro pelo maculato, che ricorda quello di un leopardo. Frutto dell’incrocio tra un gatto leopardo e un gatto domestico, il Bengala rosso è un micio dal fascino selvaggio, molto energico e intelligente.

Soriano Rosso

Il gatto rosso per antonomasia è il gatto soriano, che non è altro che il comune gatto domestico, col pelo corto e il tipico manto tigrato. Si tratta di gatti affettuosi e amichevoli, perfetti per chi cerca un gatto da compagnia senza particolari esigenze.

Alcune curiosità sui gatti rossi

I gatti rossi hanno sempre occupato un posto di spicco nei media e nella cultura popolare, assumendo ruoli che spesso riflettono la loro presunta personalità forte e indipendente. Uno dei più celebri gatti rossi è senza dubbio Garfield, il gatto pigro e amante delle lasagne che ha conquistato il cuore di milioni di persone in tutto il mondo con il suo carattere sardonico. Anche Jonesy, il soriano del film cult Alien, ha dimostrato il coraggio tipicamente attribuito ai gatti rossi, sopravvivendo agli orrori dello spazio insieme alla sua umana, Ellen Ripley.

I gatti rossi hanno trovato posto anche nella letteratura, dove spesso simboleggiano mistero e magia. Un esempio è il Gatto Murr di E.T.A. Hoffmann, un gatto rosso che, attraverso il suo ingegnoso manoscritto, offre uno sguardo unico e filosofico sulla vita umana e sulla società.

In molte culture, i gatti rossi sono visti come portatori di buona fortuna. In Giappone, ad esempio, sono considerati talismani contro gli spiriti maligni. Nel folklore marinaro britannico, i gatti rossi a bordo delle navi erano considerati portafortuna e si credeva che potessero garantire un viaggio sicuro e una pesca abbondante. Queste credenze hanno contribuito a creare una fascinazione culturale attorno ai gatti rossi, rendendoli animali particolarmente desiderati e apprezzati.

Dal punto di vista genetico, i gatti rossi mostrano una distribuzione interessante tra i sessi. La colorazione rossa è determinata dal gene O, che si trova sul cromosoma X. Poiché i maschi (XY) hanno solo un cromosoma X, basta un solo allele O per produrre un gatto rosso. Le femmine (XX), d’altra parte, devono ereditare due copie del gene O, una da ciascun genitore, per esprimere il colore rosso. Questo rende i gatti rossi maschi molto più comuni delle femmine. Per intenderci, la proporzione di gatti rossi maschi e gatti rossi femmine è di 9 a 1.

La cura del gatto rosso

La cura del manto di un gatto rosso richiede attenzione e dedizione. La spazzolatura regolare è fondamentale, soprattutto per le razze a pelo lungo, per prevenire la formazione di nodi e mantenere il pelo lucido e sano. Utilizzare spazzole morbide e pettini adatti può fare la differenza nel comfort del tuo gatto durante la toelettatura. La pulizia è fondamentale anche per mantenere la casa pulita quando si condividono gli spazi con un gatto.

Inoltre, una dieta ricca di acidi grassi omega-3 e omega-6 è essenziale per nutrire il pelo dall’interno e renderlo più forte e brillante. Questi nutrienti si trovano comunemente in alimenti come il pesce e alcuni oli vegetali, che possono essere integrati nella dieta del gatto sotto consiglio veterinario.

Per quanto riguarda l’alimentazione, è importante offrire ai gatti rossi cibi che rispettino il loro fabbisogno energetico e nutrizionale. Proteine di origine animale, grassi essenziali, vitamine e minerali devono essere presenti in quantità adeguata per supportare tutto, dalla salute della vista alla funzionalità cardiaca. È inoltre importante fornire sempre acqua fresca e pulita per aiutare il sistema digestivo e mantenere il pelo idratato e in salute.

I gatti, indipendentemente dal colore del pelo, possono essere sensibili allo stress, che a sua volta può influire sulla salute del manto. Creare un ambiente domestico tranquillo e stabile, con accesso a zone tranquille dove possono ritirarsi, aiuta a mantenere il benessere mentale dell’animale.

Perché dovresti adottare un gatto rosso?

Adottare un gatto rosso può portare una ventata di allegria e vitalità nella tua vita. I gatti rossi sono noti per la loro natura estroversa e giocosa. Tendono a essere molto comunicativi e cercano continuamente interazioni con i loro umani, aspetto che li rende i compagni ideali per chi cerca un animale domestico affettuoso e coinvolgente.

Un gatto è perfetto per la pet therapy

A differenza dei cani da terapia, i gatti portano una magia speciale durante un percorso di pet therapy, soprattutto per i bambini. La loro pelliccia morbida e le loro delicate fusa offrono un senso di sicurezza e conforto. A differenza degli adulti, i bambini non sempre si sentono a loro agio nell’esprimere le proprie emozioni a parole. I gatti da terapia forniscono una presenza non giudicante, un rifugio sicuro dove i bambini possono confidarsi o semplicemente rilassarsi.

Accarezzare un gatto può abbassare i livelli di cortisolo e alleviare i sentimenti di solitudine o ansia. Questa esperienza condivisa durante la pet therapy può sbocciare in un bellissimo legame. I bambini possono trovare in un gatto un confidente peloso, una fonte di amore incondizionato e supporto emotivo che va oltre le parole, costruendo un’amicizia duratura che si estende ben oltre la seduta di terapia.

La loro presenza può essere particolarmente rassicurante in case dove le persone passano molto tempo da sole.

Inoltre, la loro capacità di adattarsi a qualsiasi ambiente e il loro temperamento equilibrato li rendono adatti sia per famiglie con bambini che per single.

Scegliere di adottare un gatto rosso (o qualsiasi gatto) da un rifugio supporta le pratiche di adozione responsabile e aiuta a ridurre il numero di animali senza casa. Adottando salvi una vita e contribuisci anche alla salute e al benessere di molti altri animali.

Le domande frequenti sul tema Gatti rossi: razze, carattere e curiosità

Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Pensi che questo contenuto sia utile? Condividilo!
Articoli Correlati
Tartarughe domestiche: guida alle diverse specie
Come si diventa istruttore cinofilo?
Come scegliere un animale domestico da appartamento: ecco quale potrebbe essere quello giusto per te