Dall’adozione all’acquisto: l’educatore cinofilo e l’importanza di una scelta consapevole

RDA è il magazine che mette a conoscenza i lettori di ciò che succede nel mondo animale e lascia a loro disposizione un’informazione oggettiva dei fatti, che li tenga informati costantemente e correttamente.
scelta del cane
Indice

Essere educatore cinofilo è un percorso che si arricchisce ad ogni lezione, sia per l’esperienza che acquisisco con i cani sia per i temi e le problematiche che affronto con il conduttore. Le consulenze pre-adozione, seppur rare, sono sempre state ben gradite. Attualmente, i maggiori rifugi adottano una politica di pre-selezione che ritengo corretta. Chiedere al futuro proprietario informazioni sul proprio stile di vita ed effettuare, quando possibile, una visita in abitazione, è fondamentale. Tuttavia, non sono rare le volte in cui un cagnolino cambia casa velocemente a causa di problemi inaspettati. La prudenza è essenziale per garantire un’adozione duratura.

La mia esperienza personale con l’adozione

Ho adottato una cagnolina simil bassotta che, in canile, non sembrava particolarmente attraente. Con il tempo, però, ho compreso il suo bisogno di seguire qualcuno e l’importanza del branco per i cani timidi. Era evidente che aveva un passato difficile e che era adatta a una vita di campagna. La scelta dell’ambiente giusto per un cane è determinante per evitare ulteriori traumi.

La scelta consapevole nella selezione della razza

Prima di decidere su una razza specifica, è fondamentale esaminare la propria routine quotidiana. Le domande riguardanti la composizione familiare, il lavoro e le abitudini sono essenziali. Ad esempio, un border collie potrebbe non essere adatto a chi è fuori casa per molte ore. La consapevolezza nella scelta è fondamentale.

Alle famiglie alle prime armi, suggerisco razze come il maltese o il cavalier king, che sono relativamente semplici da gestire. È essenziale non spingere le persone verso razze che potrebbero non essere adatte a loro. Ad esempio, ho consigliato a una giovane coppia di non acquistare due lupi cecoslovacchi. Ogni educatore cinofilo ha le sue specializzazioni e preferenze in termini di razze con cui lavora.

La specializzazione dell’educatore cinofilo

Non tutti gli educatori cinofili lavorano con tutte le razze. Personalmente, non lavoro con i molossoidi, non perché li temo, ma perché sento di avere meno feeling con loro. È essenziale che un educatore lavori con razze con cui si sente a proprio agio.

Ad ognuno il suo. La scelta del cane giusto richiede riflessione, ricerca e, soprattutto, consapevolezza.

Luca Calegaro, educatore cinofilo Cinofilia Padova

Le domande frequenti sul tema Il ruolo dell'educatore cinofilo nell'adozione o acquisto di un cane

Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Questa è la risposta alla domanda
Pensi che questo contenuto sia utile? Condividilo!
Articoli Correlati
Tartarughe domestiche: guida alle diverse specie
Come si diventa istruttore cinofilo?
Qual è il tuo animale domestico ideale? Scopri come sceglierlo