Sei un Tecnico Veterinario? Accedi all'area dedicata a te!
Animali e Sport

Agility dog: caratteristiche e vantaggi

Continua il nostro viaggio nella conoscenza dell’agility dog: oggi l’educatore cinofilo ci porta alla scoperta delle caratteristiche e dei vantaggi di questa disciplina sportiva

Agility dog: caratteristiche e vantaggi 10 Ottobre 2022Leave a comment
agility dog

Riprendiamo l’argomento agility dog per approfondire questa bellissima disciplina dalle mille soddisfazioni. 

Tra le varie prove che il cane deve affrontare in un percorso di agility dog ritroviamo:

  • lo slalom attorno ai picchetti;
  • il salto dell’ostacolo;
  • il salto della siepe;
  • il salto del muro;
  • l’attraversamento di una galleria rigida o morbida;
  • passare o attraversare delle gomme;
  • attraversare un fiume o un corso d’acqua;
  • salire su una passerella;
  • salire su una palizzata;
  • percorrere un’altalena.

Tutte prove che, naturalmente, il cane impara in maniera graduale, con gli esercizi, a suon di allenamento, ricompense e addestramento. I migliori cani partecipano anche ai campionati di agility dog, dove ogni minimo errore implica una penalità. Tra gli errori più frequenti di un percorso di agility dog professionistico, a tal proposito, ritroviamo:

  • il superamento del tempo massimo di percorso;
  • il rifiuto del cane;
  • un cane che dimentica di superare un ostacolo;
  • un cane che supera gli ostacoli in maniera disordinata;
  • un cane che abbandona il campo;
  • un padrone che rimprovera troppo energicamente il proprio quattrozampe. 

Qual è la razza più portata per l’agility dog?

Sembrerà strano, ma non c’è una razza di cane più portata di altre a compiere un percorso di agility dog. Sia i cani di razza che i meticci possono essere particolarmente predisposti a svolgere questo tipo di sport, indipendentemente dalla loro stazza e dalle loro origini. Tutti i cani, quindi, possono sperimentare le proprie abilità nell’agility dog: alcuni saranno motivati, altri no, indipendentemente dalla razza. Sia i cani di razza che i meticci sono, per tale motivo, ammessi alle competizioni sportive professioniste.

In linea generale, il ritratto ideale del campione è il seguente:

  • cane di medie dimensioni e leggero (un San Bernardo salta con più difficoltà ed è meno agile di un Dalmata!);
  • un buon rapporto arti-corpo;
  • un temperamento equilibrato e duttile.

Ci sono altri accorgimenti base che bisogna considerare. I padroni che intendono affrontare con il proprio cane un percorso di agility, è importante che strutturino con essi un rapporto di fiducia fin da quando i propri quattrozampe sono giovani. Ciò vuol dire che i pelosi devono almeno rispondere in maniera abituale ai comandi “seduto”, “terra”, “fermo”, nonché devono essere in grado di saper camminare al guinzaglio o senza, ma comunque accanto al padrone.

L’insegnamento del percorso ad ostacoli, inoltre, è bene che inizi fin da quando i cani sono giovani. Non ha senso, infatti, insegnare a un cane anziano un percorso di agility dog, in quanto sarebbe poco motivato ad affrontarlo. Non bisogna, peraltro, mai costringere il cane a fare un esercizio: l’agility dog deve essere un piacere sia per il nostro amico peloso che per il padrone, che lo si svolga a livello amatoriale o professionale. Obbligarlo a passare una galleria, per esempio, può intimorirlo: al contrario, in questi casi è opportuno incoraggiarlo!

agility dog

Quali sono i vantaggi dell’agility dog

L’agility dog deve essere intesa come una disciplina in cui sia padrone che cane devono innanzitutto divertirsi. Soltanto noi sappiamo, d’altronde, che l’agility dog è uno sport, amatoriale o professionale che sia, perché per il cane non è altro che un gioco da fare con il padrone, nonché un’attività eccellente per l’equilibrio del suo stato psicofisico.

Essendo un divertimento, l’agility consolida la complicità tra cane e padrone, consentendo ad entrambi di fidarsi sempre di più l’uno dell’altro. È ottimo modo, peraltro, per rompere la monotonia delle passeggiate con qualcosa di più “frizzante”, sempre che il cane sia d’accordo e motivato a farlo. Un’occasione, in definitiva, per praticare un po’ di esercizio con il proprio cane, per di più divertendosi!

Luca Calegaro, educatore cinofilo Cinofilia Padova

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla newsletter
0 0 Voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Ti piace questo contenuto? Commentalo!x